2016 marzo

Archive: marzo 2016

MES CHINA – No all’invasione cinese

Carissimi portavoce ed attivisti,

i nostri eurodeputati hanno organizzato un mini tour nelle principali città italiane per fare formazione sulla questione MES CHINA, che trovate illustrata in questo post del blog: No all’invasione cinese

mes cina cirarambinoIn sintesi, entro la fine del 2016 la Commissione europea dovrà decidere se riconoscere o no alla Cina lo status di economia di mercato.
Questa decisione avrà conseguenze devastanti per l’economia italiana.
La Commissione europea ha lanciato una consultazione pubblica decisamente poco corretta. In Europa il M5S sta coordinando gli altri eurodeputati di tutti i gruppi politici e di oltre sedici paesi in un gruppo per studiare questo tema. Primo passo concreto di questa iniziativa è il lancio di una contro-consultazione equa e corretta. Qui trovate tutti i dettagli: www.meschinawhynot.eu

Come M5S siamo chiamati a sostenere questa importantissima battaglia, le cui conseguenze potrebbero essere drammatiche per il tessuto produttivo italiano e campano. Dobbiamo fare informazione tramite i banchetti ma anche azienda per azienda, imprenditore dopo imprenditore, cittadino dopo cittadino. Dobbiamo sponsorizzare questo sito per promuovere l’iniziativa. Dobbiamo raccogliere il maggior numero di questionari compilati. Ma prima dobbiamo fare formazione!

Vi invitiamo perciò tutti a partecipare all’incontro di formazione che a Napoli si terrà domenica 3 aprile a partire dalle h 16.00 presso il Mumble Rumble Club – via G. Bonito 19 b Napoli-Vomero. L’incontro durerà all’incirca 2 ore.

La sala ha una capienza di circa 100 persone per cui si chiede che i gruppi di attivisti partecipino in delegazioni di 5-6 membri. E’ richiesta la partecipazione di tutti i portavoce regionali e comunali.

E’ un momento importante da non mancare!

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0817783283.

Grazie a tutti.

Il lavoro sia una priorità in Campania

almaviva gepinSiamo al fianco dei lavoratori di Gepin e Almaviva, aziende dei call center che nell’arco di poche settimane potrebbero licenziare ben 700 persone in Campania, e domani insieme a Gennaro Saiello, consigliere M5S membro della Commissione Lavoro, parteciperemo al loro corteo.
Come ‪M5S‬ ci siamo attivati a tutti i livelli istituzionali: con 2 interrogazioni parlamentari a firma Luigi Di Maio; a livello regionale chiediamo di far arrivare subito in Consiglio la nostra mozione nata dall’ascolto dei lavoratori che stanno rischiando di perdere il lavoro.
E non solo, chiediamo la convocazione immediata e urgente di un Consiglio monotematico sulle vertenze Almaviva e Gepin e sulla crisi del lavoro in Campania.
Sono stati chiesti Consigli monotematici su tanti argomenti, ma non sul lavoro, che è invece la vera priorità. Stiamo per inviare una nota a tutti i consiglieri regionali perchè appoggino questa nostra richiesta. Serve un impegno forte della Regione per la difesa del lavoro in Campania: sia la priorità di ogni intervento e di ogni pressione sul Governo.
La sfida che lanciamo a De Luca è che ogni singolo euro dei fondi europei sia speso per creare lavoro.

Il Movimento 5 Stelle non fa sciacallaggio: denuncia i fatti.

De Gregorio anzichè preoccuparsi del pessimo servizio dell’EAV si preoccupa di attaccare il M5S.

Il Movimento 5 Stelle non fa sciacallaggio e il presidente De Luca moderi il suo linguaggio quando parla della nostra forza politica.
Abbiamo solo denunciato dei fatti nell’interesse dei cittadini e siamo stati gli unici a farlo. Ci fa piacere che De Luca si sia accorto che il suo nominato non ha il coraggio di assumersi le responsabilità di una figuraccia internazionale.
Il sito più visitato al mondo, gli scavi di Pompei, non raggiungibile. Non mi meraviglierei che qualche testata internazionale decidesse di raccontare l’epopea dei turisti domenica a Pompei, così lo scandalo dei trasporti campani sarà internazionale.

Se avessero votato i nostri emendamenti al bilancio sui trasporti, oggi potremmo stare a programmare in Campania un polo turistico per portare ricchezza alla nostra terra.
Hanno preferito votare un bilancio che non aiuta la Campania. Se ne assumano le conseguenze, De Luca e i suoi nominati.

Il dramma è che questi episodi sono la punta dell’iceberg dell’immobilismo di questa giunta: il calvario dei campani con De Luca è appena iniziato.
Quanto al presidente dell’EAV è un disco rotto. Basta leggere le rassegne stampa e puntualmente trovi il commercialista De Gregorio ribadire ad ogni evento il solito adagio: ‘ciò che accade è colpa della drammatica situazione finanziaria e strutturale ereditata‘.
Mi sembra assurdo che De Gregorio liquidi così la vergogna di Pompei.
Segua i consigli del suo presidente De Luca e chieda scusa ai tanti turisti stranieri, che a piedi sono stati costretti a tornarsene da Pompei a Napoli, senza dimenticare concittadini e utenti.
E non dica bugie De Gregorio: dai resoconti giornalistici è emerso che non c’erano avvisi adeguati circa il servizio limitato fino alle ore 13.
E’ una vergogna che un manager faccia da scaricabarile senza assumersi le proprie responsabilità di fronte ad una Regione Campania inadempiente.
Era tanto difficile prevedere un piano “B”? Ad esempio organizzando una trasporto con dei bus? De Gregorio è pagato per dare risposte e prevedere i disservizi.
Come Movimento 5 Stelle su questa vicenda chiederemo conto alla Giunta De Luca e la porteremo in Consiglio.

de gregorio scuse de luca

Pasqua da incubo a Pompei. Dimissioni del Presidente dell’EAV

Quello che è accaduto a Pasqua è scandaloso.
Turisti costretti a tornare a piedi da Pompei a Napoli o peggio costretti a servirsi di trasporti privati. Un’interruzione di servizio pubblico che rasenta il codice penale.
Avevamo proposto al collegato della legge di stabilità l’istituzione di un fondo, con risorse certe, appositamente destinato alla manutenzione e all’ammodernamento dei treni, degli autobus e degli altri mezzi di locomozione su ferro e su gomma, allo stato attuale fuori uso e obsoleti ma il centrosinistra ha recepito la nostra proposta svuotandola di qualsiasi contenuto e significato.
Il presidente De Gregorio nominato ai vertici dell’Eav per meriti di campagna elettorale pro De Luca dovrebbe scusarsi e dimettersi immediatamente.
pasqua eav ciarambinoOra la vergogna del trasporto campano é diventata internazionale.

L’agroalimentare è il vero oro della Campania

Insieme a Michele Cammarano abbiamo accolto l’invito di ‪Coldiretti‬ per partecipare a un bellissimo incontro sui temi della filiera corta, agricoltura a km 0 e sicurezza alimentare, temi di futuro per la Campania.
Un comparto quello agroalimentare che vale il 25% del PIL campano e che è fatto di uomini e donne straordinarie, che continuano a credere e a investire in un settore che rappresenta le radici e l’identità di tanta parte del nostro territorio.
Come ‪‎M5S‬ stiamo lavorando per valorizzare queste esperienze e questa ricchezza straordinaria.
La nostra terra di prodotti straordinari, di mare, di borghi, di produzioni agricole che il mondo ci invidia, di cos’altro dovrebbe vivere?coldiretti ciarambino campania