2020 Gennaio

Archive: Gennaio 2020

TUTTI ASSUNTI I 669 LSU DELLA REGIONE CAMPANIA

UNA VITTORIA DEI LAVORATORI E DEL MOVIMENTO 5 STELLE

Sono anni che insieme al mio collega Gennaro Saiello ci battiamo per i lavoratori socialmente utili della nostra Regione.
È stato talmente tenace il nostro impegno da aver messo in difficoltà l’assessore al lavoro, che non ha mai accettato di riceverci insieme ai lavoratori.
Oggi, grazie al nostro Governo e dopo aver messo De Luca e la sua giunta alle corde, con ordini del giorno fatti approvare in aula, interrogazioni scritte e orali e ogni strumento istituzionale utile a dare voce a lavoratori sfruttati per vent’anni senza ricevere in cambio neppure uno straccio di speranza, abbiamo finalmente ottenuto la più bella delle vittorie.

Grazie a un contributo statale pari a 9.296 euro per ogni lavoratore, a valere sul Fondo sociale per l’occupazione, De Luca non ha avuto più alcun alibi e, con tanto di delibera di giunta, partiranno i percorsi di stabilizzazione per i 669 lavoratori socialmente utili della Campania, dei quali oltre 100 impegnati negli uffici della Protezione Civile e con alte professionalità.

Ennesima vittoria di un Governo e di un Gruppo regionale che, a suon di provvedimenti e senza mai mollare, stanno restituendo decoro e dignità alla nostra gente e al concetto di politica.

IN TV ANCORA A DIFENDERE IL REDDITO DI CITTADINANZA

Ho da poco concluso il mio intervento a Mattino 5, dove ancora una volta ho dovuto lottare per difendere con le unghie e con i denti il reddito di cittadinanza da chi vuole farlo passare come uno spreco di denaro pubblico.
Una misura che ha restituito dignità a 2 milioni e mezzo di persone, di cui 660 mila bambini!

Appena ho riacceso il telefono ho trovato questo messaggio, ne ricevo a centinaia e ogni volta mi commuovo.

Una persona poco fa mi ha scritto dicendo che in trasmissione sono stata arrogante e maleducata.

È vero, ho perso la calma, ma solo perchè non resisto dinanzi alla vergognosa speculazione che si fa sulle famiglie che non potevano mettere un piatto caldo a tavola, sugli anziani che non potevano permettersi di accendere il riscaldamento o sui papà che finalmente possono portare i propri bambini a fare una visita specialistica.

Nel mio cuore e nella mia testa quando partecipo a queste trasmissioni ci sono tutte queste persone. Per questo mi monta la rabbia.

PRIMA UN PROGETTO CONDIVISO DI RINNOVAMENTO PER LA CAMPANIA

Oggi leggo sui giornali deduzioni a dir poco fantasiose.
Ho spiegato con chiarezza che in assenza di un progetto condiviso che sia di autentico rinnovamento, che tenga fuori dalla scena politica gli artefici della devastazione della Campania e metta al centro obiettivi alti e di valore per la nostra terra, parlare di un candidato condiviso vorrebbe dire fare da foglia di fico a tutto lo scempio che abbiamo sempre combattuto.
Non è questo il nostro obiettivo e non lo consentiremo.
Considero Sergio Costa una persona straordinaria, di altissima moralità e grandi contenuti, una persona di cui tutti i campani potrebbero certamente andare fieri e che potrebbe restituire alla nostra terra dignità e un respiro nuovo, una boccata di aria pulita.
E sono certa che lui per primo non si presterebbe ad operazioni che siano solo di facciata e che non rappresentino un’autentica svolta per il futuro di questa Regione.

LA COMUNICAZIONE CONTRO IL PROGETTO DI CAMBIAMENTO DEL M5S

Il loro intento, di destra e sinistra, era ed è farci sparire, svuotarci dal di dentro, far perdere di forza al nostro progetto di cambiamento, farci apparire inutili o, peggio ancora, uguali a loro.
Complice un sistema di comunicazione totalmente asservito al loro intento, concentrato da mattina a sera a distruggere l’immagine del M5S.
Ora sono eccitati come lupi famelici che sentono l’odore del sangue, vorrei farveli vedere anche in Consiglio regionale come sogghignano e si scambiano occhiate compiaciute.
Compiaciute di cosa? Di stare ancora una volta fregando i cittadini, compattandosi nella difesa dei loro interessi di casta, immaginando di poter continuare indisturbati nei loro sporchi giochi di potere.

Ciò che mi fa più soffrire è però vedere cittadini disorientati, delusi, o peggio ancora l’accanimento di alcuni di loro contro l’unica forza politica che, pur tra mille errori, dopo 30 anni di malapolitica non ha mai rubato, ha rimesso gli ultimi al centro, ha tagliato i privilegi, ha restituito i propri soldi ai cittadini, sta correggendo alcuni dei disastri degli ultimi anni.

La notizia di oggi è solo un anticipo di ciò che faranno se riusciranno nell’intento di continuare a indebolirci.
Gli italiani scelgano da che parte stare!

FORZA SERENA!

#ForzaSerena: troviamo un midollo compatibile per farla tornare a sorridere!

Serena ha 17 anni e frequenta il quinto anno del Liceo scientifico “Vittorio Imbriani” di Pomigliano d’Arco, ha scoperto di essere affetta da una malattia rara e necessita di un trapianto di midollo. Ora è in cura a Roma, al Bambin Gesù.
I familiari hanno già fatto i prelievi per l’eventuale compatibilità midollare, ma purtroppo i risultati sono negativi, quindi è in attesa di un midollo compatibile da donatore esterno che le permetta di essere operata e tornare ad una vita sana e normale.

I genitori chiedono a tutti un gesto d’amore e di solidarietà per aiutare a salvare Serena e tanti altri giovani che ne hanno bisogno, iscrivendosi alla Banca dei donatori di midollo.

La tipizzazione midollare, tramite tampone salivare, per entrare a far parte della banca dati mondiale, è veramente veloce e la possono fare tutti i giovani dai 18 ai 35 anni.

Io non ho l’età purtroppo per poterlo fare, ma invito tutti i giovani della nostra terra a fare questo gesto che può salvare la vita a Serena.

Ti aspettiamo in piazza per il tampone salivare!

GRAZIE LUIGI

Metterci la faccia, sempre e comunque, non è scontato e non è da tutti.

Dedicare al bene comune ogni istante degli anni migliori della propria vita è da eroi. Luigi Di Maio è stato quel faro che ci ha guidato verso il coronamento di un sogno, il motore che ci ha spinti verso il riscatto di un paese troppe volte disilluso.
L’uomo che, nel rispetto pieno del suo ruolo di capo politico, si è assunto da solo la responsabilità di ogni scelta, anche di quelle prese di concerto con quanti se ne sono poi lavate le mani e gli hanno voltato le spalle, per poi puntargli il dito contro, e che oggi fingono ipocriti attestati di solidarietà.
Per non parlare di quelli, che senza assumersi alcuna responsabilità, hanno preferito tramare nell’ombra e sparare contro per distruggere, invece di rimboccarsi le maniche e lavorare insieme per costruire.

La scelta di Luigi non cambierà le sorti del nostro progetto, perché non smetterà mai di essere una risorsa fondamentale per il Movimento, un valore aggiunto indispensabile e il principale riferimento di ogni nostra azione mirata a realizzare il nostro sogno di un paese migliore.

A Luigi Di Maio va il mio grazie per l’impegno profuso da capo politico.
E’ sotto la sua guida che, per la prima volta nella storia del nostro Paese, una forza di cittadini onesti e desiderosi di cambiamento è andato al Governo del Paese.
E’ sotto la sua guida che abbiamo varato il reddito di cittadinanza, facendo uscire dal loro stato di povertà milioni di italiani. Grazie per il modo in cui ha saputo affrontare e risolvere una crisi di Governo dalla quale non si intravedeva via d’uscita.
E grazie per come oggi sta facendo onore al nostro Paese, ora che è alla guida del dicastero degli Esteri.
Abbiamo una sfida da vincere la prossima Primavera in Campania e sono certa che, anche con il supporto di Luigi Di Maio, che ama questa terra, la sua terra, più di ogni altra cosa, possiamo vincerla.

IN TV A SPIEGARE QUELLO CHE NON HA FATTO SALVINI SUL TEMA DELL’IMMIGRAZIONE

Oggi nonostante il poco spazio a disposizione, a Tagadà ho spiegato a tutti che Salvini non ha nessuna intenzione di risolvere il problema migranti, che sono il suo principale strumento di propaganda elettorale.
Uno che da ministro dell’interno aveva il 70% di assenze e che ha disertato 6 tavoli europei su 7 sul tema immigrazione per andare alle feste della Lega o dalla D’Urso che credibilità può avere?

  • 1
  • 2