LA RIVOLUZIONE PER IL SUD INIZIA DAL LAVORO

LA RIVOLUZIONE PER IL SUD INIZIA DAL LAVORO

LA RIVOLUZIONE PER IL SUD INIZIA DAL LAVORO

Il Reddito di Cittadinanza è una misura straordinaria che mette in sicurezza chi oggi vive sotto la soglia di povertà, e soprattutto che pone le basi per una vera rivoluzione nel mondo del lavoro che riguarda tutti, con la riforma dei centri per l’impiego e le misure per incoraggiare gli imprenditori ad assumere.
Il Reddito di Cittadinanza verrà infatti erogato sotto forma di incentivi alle aziende che offrono un lavoro a tempo indeterminato ai cittadini beneficiari del Reddito di Cittadinanza, per un importo che va da un minimo di 5 mesi fino ad un massimo di 18 mesi dell’assegno previsto.
Al Sud questa misura si potrà agganciare a un’altra misura voluta dal ministro del Sud Barbara Lezzi. Si tratta della decontribuzione al 100% dagli oneri Inps, sul 2019 e il 2020, per quelle imprese che nel Sud assumeranno con contratti stabili giovani con meno di 35 anni o cittadini disoccupati da più di 6 mesi.

Un imprenditore del Sud che assumerà un percettore di Reddito di Cittadinanza ad aprile 2019, pagherà zero euro di tasse su quel lavoratore fino a ottobre 2020.

In pratica ogni assunto al Sud porta in dote all’azienda da un minimo di 18.000 euro fino a 30.000 euro.
Qualcuno ha ancora il coraggio di dire che il Reddito di Cittadinanza non rimette in moto il mercato del lavoro?

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *