Vogliamo il nome del mandante

Vogliamo il nome del mandante

Vogliamo il nome del mandante

Un’altra medaglia sul petto dell’aspirante commissario alla Sanità De Luca.
Coscioni, il suo fido consigliere alla sanità, premiato con la nomina a primario del reparto doppione di cardiochirurgia dell’ospedale di Salerno, reparto raddoppiato apposta per la sua nomina a primario, è oggi rinviato a giudizio per tentata concussione per presunte pressioni sulle nomine di alcuni manager.
De Luca esprime fiducia nella magistratura? Noi esprimiamo totale sfiducia nei suoi nominati in sanità, tra cui gli arrestati, i rinviati a giudizio e gli indagati non si contano più.
Coscioni deve lasciare immediatamente il suo incarico di consigliere alla sanità e magari, prima di andarsene, riveli il mandante delle sue presunte pressioni.

Print Friendly

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *